Come fare la lisciva - NonnaLucia

www.nonnalucia.altervista.org
Nonna Lucia
testata home nonnalucia
Vai ai contenuti
COME FARE LA LISCIVA
DI CENERE
luciacartoon10
Ecco come preparare in poche mosse un fantastico detergente multiuso e soprattutto naturale.
Molto efficace nelle pulizie domestiche: permette di non sprecare denaro in costosi detergenti. Non è altro che il vecchio metodo usato dalle nostre nonne per lavare i capi a mano, sfruttando la cenere del camino.
OCCORRENTE:
  • 1 parte di cenere da legna;
  • 5 parti di acqua corrente;
  • pentola in acciaio per la bollitura;
  • guanti e mascherina;
  • colino a maglia fitta o setaccio da farina;
  • mestolo d’acciaio;
  • bottiglie di vetro.
  • cenere nel secchio
    liquido lisciva
    pulizia tegame
    La liscivia è prodotta setacciando della cenere per eliminare grumi o parti parzialmente incombuste. Disposta in una pentola (non di alluminio), la cenere viene mescolata con cinque parti d'acqua (5 litri di acqua e 1 kg di cenere). Portato ad ebollizione, a fuoco lento e mescolando con frequenza, il composto viene prima stabilizzato, controllandone l'ebollizione e poi lasciato cuocere per circa 2 ore. Una bollitura prolungata ne causerà un eccessivo aumento di forza, rendendola troppo aggressiva.  
    Lasciata prima decantare e raffreddare, la liscivia viene filtrata con un panno di cotone, prestando attenzione che il sedimento formatosi nel recipiente di bollitura non si sommuova. Si otterrà così un liquido abbastanza limpido, facile da conservare, per lunghi periodi, in recipienti di vetro o plastica.
    La lisciva si conserva in bottiglie di vetro per sempre.
    Non ha scadenza.
    Come utilizzare la lisciva di cenere:
    La lisciva può essere utilizzata su tutte le superfici lavabili della casa, a dipendenza della diluizione sarà maggiormente sbiancante, disinfettante e sgrassante.
    • Per i piatti: aggiungerne 1 tazzina da caffè nell’acqua del lavaggio;
    • Per vetri, specchi per e le superfici lavabili: travasare in un flacone con spruzzino nella quantità: 400 ml di lisciva con 100 ml di acqua;
    • Per il bucato in lavatrice (sconsigliata sui delicati): 1 tazzina e mezza da caffè per un bucato molto sporco, 50 ml leggermente diluiti con acqua fino ad arrivare ad 80 ml per un bucato quotidiano;
    • Per pavimenti: 1 tazzina da caffè in 3 litri di acqua calda.
    Per potenziare e profumare questo detersivo fai da te, una volta diluito con dell’acqua, si possono aggiungere degli oli essenziali, che doneranno al detergente ecologico una maggior azione disinfettante e diffonderanno nella casa il loro aroma.
    La pasta di cenere è ottima per la pulizia dei fondi delle pentole o di piatti e stoviglie che presentino sporco ostinato. Può essere applicata su di essi e strofinata con l’aiuto di una spugna.
    donne antiche che lavano
    Alcuni dei contenuti riportati potrebbero generare situazioni di pericolo o danni. Le informazioni hanno solo fine illustrativo, non esortativo né didattico.

    Privacy Policy - Personalizza tracciamento pubblicitario
    line hor
    line hor
    line hor
    line hor
    line hor
    line hor
    Sito è on-line dal 03.06.2016, grazie a tutti gli amici che sono passati a trovarmi... ^-^
    line hor
    line hor
    NonnaLucia è un sito amatoriale e non rappresenta una testata giornalistica non essendo aggiornato con una periodicità stabilita.
    Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
    Grazie ^_^
    Votami in Net-Parade
    Torna ai contenuti